UVA URSINA (Azione antisettica urinaria).

UVA URSINA
(Arctostaphylos uva ursi)

FAMIGLIA: Ericaceae 

HABITAT: è tipica delle zone montagnose dell’emisfero nord, dove preferisce posizioni parzialmente soleggiate con terreno acido.
PARTE USATA: le foglie.
PREPARAZIONI FARMACEUTICHE CONSIGLIATE: estratto secco nebulizzato e titolato in arbutina min. 10% (Farm. Fr. X), la cui dose giornaliera va da 7 a 10 mg. per kg di peso corporeo, suddivisi in due somministrazioni preferibilmente lontano dai pasti.
COMPOSIZIONE CHIMICA: i principi attivi principali sono degli eterosidi fenolici, rappresentati soprattutto dall’arbutina e dalla metil-arbutina. L’arbutina viene poi trasformata in idrochinone nel grosso intestino. Sono anche presenti dei flavonoidi, dei triterpeni e un iridoide.
PROPRIETÀ TERAPEUTICHE: Azione antisettica urinaria: questa pianta viene usata come disinfettante delle vie urinarie, dal momento che l’idrochinone, dotato di spiccata azione antibatterica, subisce nel fegato alcune trasformazioni e poi viene eliminato per via renale, concentrandosi quindi nelle urine.
L’azione disinfettante urinaria dell’idrochinone richiede, per manifestarsi nel modo migliore, un pH alcalino delle urine e una concentrazione sufficiente di principio attivo. Il miglior alcalinizzante urinario da usare assieme a questa pianta è il bicarbonato di sodio.
Alcuni studi clinici hanno confermato l’azione antisettica urinaria su pazienti con cistiti non complicate, che prendevano per bocca l’estratto secco titolato di uva ursina per 2 settimane. Al termine delle sperimentazioni si è notato che circa il 50% degli esami batteriologici sulle urine erano diventati negativi nei gruppi trattati con l’estratto, mentre in quelli che ricevevano il placebo solo il 5% degli esami batteriologici era negativo.

  • Azione diuretica: nel ratto la somministrazione di estratto secco titolato di uva ursina per bocca ha provocato un significativo aumento dell’eliminazione renale di acqua, sodio, cloro e acido urico in confronto al placebo. 
  • Azione prevalente: azione antisettica urinaria.
  • Indicazioni principali: infezioni non complicate della vescica.

EFFETTI COLLATERALI: nessuno conosciuto a tutt’oggi.
CONTROINDICAZIONI: è controindicata in gravidanza, specialmente nel primo trimestre, poiché può causare contrazioni uterine e favorire il distacco della placenta e durante l’allattamento. Non va usata nel bambino al di sotto dei 9 anni di età.
INTERAZIONI FARMACOLOGICHE: nessuna conosciuta a tutt’oggi.
DATI TOSSICOLOGICI: La dose letale per bocca nel ratto è superiore a 2 g per kg di peso.

Check Also

ZENZERO (Azione antinausea e antivolmito).

ZENZERO (Zingiber officinalis) FAMIGLIA: Zingiberaceae HABITAT: originario dell’India, è attualmente coltivato nel sud-est asiatico, nel sud della …